con il contributo di

Airuno Archivio della Memoria

Diario scritto da Giuliano Mellesi - Pagina 7


Soggetto: ottima fu la licenza, ma se non/ tanto triste fu la partenza, movimentata/ per il ferri-Boat che manco' poco saltasse,/ triste per la cara borghesia, ma [infine/ arrivai alla destinata Palermo a passarvi la/ seconda Pasqua, il 29 aprile 1942/ un secco ordine equipaggiarsi e partenza/ per a. S. vestiario cachi. mascera e tenda,/ ma per un contrordine la si resto' ancora,/ e si usci come vandali per quelle campagne/ a sfogare le nostre ire, mangiando/ frutta di ogni qualita, nespole, ciliege,/ ed altro e ogni pianta spezzando, spavaldi/ in caserma in citta' soverchierie, tanto/ da suscitare il malcontento generale,/ vidi in Sicilia il Duomo di Monreale,/ artisticamente lavorato in mosaico, in arte gotica/ e mora, le catacombe dei capuccini e le varie/ chiese, ma vidi pure una fame da costringere/ i ragazzini a saltare le cinte delle caserme/ per mangiare il rifiuto dei soldati,/
Soggetto: Seconda guerra mondiale - Diario Mellesi
Luogo di produzione: Airuno
Cronologia: 1946 Ottobre 18
Altre notizie: Comincia con la parentesi quadra, dalla parola 'infine', un pezzo di diario in cui vengono descritte la partenza e l'arrivo in Africa. Questo pezzo si protrae per le pagine 7, 8, 9, fino alla parola 'reparto'.
Questa descrizione viene isolata, all'interno del diario, con due segni fatti con la penna biro rossa, presumibilmente dallo stesso Mellesi.

Tipo oggetto: pagina di diario
  
Powered by Sigsiu.NET